La coerenza

Chi ha veramente voglia di fare un percorso di consapevolezza ha bisogno di verità assolute, quelle che forniscono lo “zoccolo duro” di ogni essere Umano, la base da cui poter costruire se stesso. Una di queste verità assolute è la coerenza.

Come sempre per comprendere un termine andiamo a ricercarlo sul vocabolario etimologico: Coerente: dal latino cohaerentem, part. passa è cohaesus - essere unito. Unito tenacemente con altra cosa e con altre parti simili; fig. Colui che evita di contraddire, nè con fatti, nè con parole, ciò che prima ha affermato o pensato.

Come potrai notare l'osservazione è sempre sulla connessione che c'è tra il mondo mentale ed il mondo fisico. Per il Life Helping questa osservazione è monca, perché c'è un mondo spirituale e un mondo animico, prima degli altri due. Ma il concetto resta invariato. Che vuol dire quindi essere coerente? Evitare in ogni maniera possibile di contraddire quello che io sono.


Ciò che sta portando al disfacimento la società moderna è proprio l'assenza di questo concetto: la COERENZA.


Osserviamo.

Nessun politico che io abbia visto, da che sono nato, è mai stato coerente. I politici italiani del dopoguerra sicuramente avevano questa caratteristica, ma negli ultimi trent'anni abbondanti nessuno.

Gli intellettuali coerenti sono sempre di meno, perché hanno bisogno di “mangiare” e quindi affermano sempre di più quello che il loro “padrone” vuole, anche se non sono d'accordo.

Le religioni ad oggi sono incoerenti, perché professano amore, pace, condivisione, fratellanza e tantissimi altri concetti fondamentali, ma poi, a seconda di quale religione si osserva, ognuna di esse ha le proprie incoerenze.

Andando più nel piccolo, io conosco tantissime persone che si credono coerenti e in realtà non lo sono. Ma questo è un problema di cosa si osserva. Mi spiego meglio: se io sono una persona identificata nel mio lavoro e in quello sono coerente, allora io mi dichiarerò coerente. Se io sono identificato nella famiglia e in questo settore della mia vita sono coerente allora sicuramente io penserò di me stesso che sono coerente.

Se invece volessimo utilizzare il Life Helping per comprendere noi stessi, cioè osservassimo tutti e 45 i bisogni dell'essere umano, cioè tutti e 45 i modi in cui io mi esprimo, allora, ti posso assicurare, che tutte le convinzioni di coloro che si credono coerenti crollerebbero. Per fare un'analisi corretta di tutto il mondo, dobbiamo andare a osservare il nucleo fondamentale da cui tutto parte: la famiglia. Quanti di voi hanno (avuto) genitori coerenti? Quanti di voi sono genitori coerenti? Quanti di voi sono esseri umani coerenti?

“Il mestiere di genitore è il più difficile del mondo”, questa è una frase che ho sentito ripetere spesso, con la giustificazione che non esiste un manuale per poterlo fare. Vero. Non esiste un manuale. Ma essere coerenti è un ottimo inizio per poter essere genitori. Perché il figlio muove i primi passi della sua vita (a parte rarissime eccezioni nella storia dell'umanità) imitando i propri genitori. Se un genitore è coerente, sta dando al proprio figlio uno strumento potentissimo per poter essere un VERO essere umano! Se invece, io genitore, ti vieto questo, ti vieto quello e poi, al contrario, io per primo faccio ciò che ti ho vietato, ti mando in confusione. Quindi io crescerò con l'idea che essere INCOERENTI è giusto. Lo fanno i miei genitori! Visto che lo reputo giusto, poi sicuramente andrò, a riproporlo in ogni ambito della mia vita, a meno che non sono costretto, dall'esterno, a sottostare a delle regole che mi vietino di esserlo (per esempio a lavoro).


Tra tutti i bisogni in cui la mancanza di coerenza porterà i danni più gravi è quello dell'Amore! Per esempio: se io sono coerente, ma la mia compagna no, tra me e lei si creeranno dei contrasti, sempre più forti, che porteranno alla rottura. Se entrambi fossimo incoerenti, ognuno di noi due andrà ad osservare l'incoerenza nell'altro e avremo problemi ancora più gravi, perché ognuno cercherà di dare la colpa all'altro dell'incoerenza. Questo porterà a litigi, sempre più “violenti”. Se di mezzo c'è un figlio ecco che insieme abbiamo creato un essere umano, suo malgrado incoerente. Che vivrà confuso e riproporrà la sua confusione e la sua incoerenza nel mondo, interagendo con altri esseri umani incoerenti e creando altri problemi. Così si arriverà ad avere un mondo stesso incoerente.


Come possiamo fermare tutto ciò?


In tre “mosse”:

  1. Fai un percorso di consapevolezza, quale per esempio il Life Helping, che porti alla luce tutte quelle che sono le tue incoerenze, tra il tuo Spirito, la tua Anima, la tua Mente e il tuo Corpo.

  2. Metti tutto quello che esce in discussione.

  3. Scegli e attua, cioè comportati sempre in maniera coerente con il tuo Essere

Non c'è altro.

Poi dentro queste tre piccole frasi c'è un mondo intero, ovviamente, ma la strada è questa. Voglio infine porre l'attenzione su una conseguenza molto grave, che l'incoerenza porta con sé: l'assenza di fiducia.

Quali sono le persone su cui ognuno di noi può fare affidamento? Quelle che sono coerenti. Quelle che quando ti dicono una cosa poi la fanno davvero. Quindi quelle che ti danno fiducia.

I disturbi di personalità (che sia mancanza di autostima, che sia narcisismo, così come molti altri) si creano proprio dalla mancanza di coerenza. Se mio padre o mia madre mi dice che mi ama, ma nei fatti dimostra il contrario, io non mi sentirò un bambino amato. Ed è da questo che poi scaturiranno in me tutta una serie di problematiche, che è necessario che io poi vada a ricercare attraverso un professionista. Una volta ricercate, trovate e risolte, potrò esprimere me stesso al meglio. Ecco perché se io sono una persona coerente tutto il mio mondo migliora. Perché io sono il linea con me stesso, e sarà, attraverso il mio esempio, che posso mostrare alle persone a me circostanti che c'è un modo per essere Gioia: la Coerenza.


Ora il punto è: tu hai voglia di essere coerente? Se sì, fai il Life Helping!


E se sì, hai bisogno di avere un altro concetto fondamentale, un'altra verità assoluta, dentro di te. La responsabilità. Ma di questo ne parleremo prossimamente!

5 visualizzazioni
Canzone della Gioia

© 2020 by Adriano Panaccione.